RITORNA “FESTA A MARE”, LA FESTA DI PASQUALE TUCCINO


Dopo lo straordinario successo di pubblico ottenuto a luglio dello scorso anno, il 19 giugno prossimo, presso il ristorante “daTuccino” a Polignano a Mare, torna anche quest’anno “Festa a Mare“, l’evento fortemente voluto da Pasquale Tuccino Centrone, che ha l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare alla ricerca scientifica e alla lotta contro la SLA, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, che purtroppo da anni affligge anche lui.


L’ingresso del ristorante da Tuccino a Polignano a Mare

Polignano a Mare, il mare dinnanzi al ristorante “daTuccino”

Alcuni degli chef stellati presenti lo scorso anno a “Festa a Mare” (foto: Franz Gustincich/Rotarian Gourmet)

Ostriche e bollicine sul mare a “Festa a Mare” dello scorso anno

“Riso in salsa speziata, gamberi, latte di cocco e coriandolo” degli Chef Paolo Barrale, Salvatore La Ragione, Lino Scarallo, Vincenzo Guarino e Gianluca D’Agostino, servito lo scorsa anno a “Festa a Mare”

Pasquale Tuccino Centrone (foto: ©Franz Gustincich) 

Divisa in due momenti, la festa si svolgerà presso il ristorante “daTuccino” (via Santa Caterina, Polignano a Mare – Bari) negli spazi interni ed esterni affacciati sul mare. 


La tavola de “il Pranzo Buono per Pasquale” presso il ristorante “daTuccino” a Polignano a Mare

“Festa a Mare”, la preparazione dei piatti per “Il Pranzo Buono per Pasquale”

“Il Pranzo Buono per Pasquale”, il menu con tutti gli chef presenti lo scorso anno (Foto: Franz Gustincich/Rotarian Gourmet)

La prima parte inizierà alle ore 13.00 con “Il Pranzo Buono per Pasquale”, un esclusivo appuntamento riservato a soli 140 ospiti (Info e prenotazioni: tel. 393 8221322), dove a cucinare per i fortunati commensali ci sarà una brigata letteralmente stellare, formata da oltre 25 chef Michelin (i loro nomi verranno resi pubblici al più presto…). Inoltre, il pranzo sarà ricco di molte sorprese dedicate al famoso ristoratore di Polignano a Mare, grazie alla presenza di tanti personaggi dello spettacolo che anche quest’anno hanno voluto sostenere l’iniziativa di Pasquale Tuccino. 


Il cantante Ron, presente lo scorso anno a “Il Pranzo Buono per Pasquale”

La seconda parte della giornata, sarà aperta a tutti e prenderà vita dalle ore 19.30, negli spazi, sul mare, antistanti il ristorante, in un paesaggio marino unico in Puglia e nel mondo per la sua bellezza: sarà questa la vera e propria “Festa a Mare”, in ricordo di quelle feste che un tempo si svolgevano sulla scogliera per aprire la stagione estiva, con musica, cibo e tanto divertimento.


Lo chef Vitantonio Lombardo a “Festa a Mare” lo scorso anno (Foto: Franz Gustincich/Rotarian Gourmet)

Festa a Mare

Festa a Mare (Foto: Franz Gustincich/Rotarian Gourmet)

“Festa a Mare”, Pasquale Tuccino Centrone mentre ammira i fuchi esplosi in mare in suo onore

“Festa a Mare” Mauro Pulpito

Presentata interamente da Mauro Pulpito l’iniziativa è resa possibile grazie all’energia e all’entusiasmo dei familiari e degli amici di Pasquale Tuccino, con in prima linea il caro amico di sempre, Vittorio Cavaliere, che coordina un team motivato ed affiatato, inoltre, vanta il Patrocinio del Comune di Polignano a Mare e il prezioso supporto di numerosi e sensibili partner, che hanno colto l’importanza e lo spirito straordinario della festa.

Nel frattempo si è già scatenata una vera e propria gara di solidarietà, che vede protagonisti, oltre agli Chef, anche famosi personaggi della musica, dello spettacolo e del mondo sportivo, con tantissimi messaggi di vicinanza, che potete trovare sulla pagina Facebook: @festaamare.
Il ricavato dell’evento sarà destinato alle associazioni AISLA Onlus e ConSLAncio, impegnate nel supporto dei malati di SLA.


Pasquale Tuccino Centrone al pranzo di “Festa a Mare”

Chi è Pasquale Tuccino Centrone: 

Di solito si dice che una malattia può trasformarsi in un’opportunità. Ma chi lo afferma ci crede solo a metà. Perché, a essere sinceri, chiunque rinuncerebbe a qualsiasi cosa pur di evitare il dolore. Se invece lo chiedete a lui, a Pasquale Tuccino Centrone, vi risponderà semplicemente: “che culo che ho avuto!!!“. Infatti, lui è tra i pochissimi, che io conosca, che è riuscito a trasformare la sua terribile malattia, la SLA, in poesia e in speranza per tutti, adoperando gli unici mezzi che gli sono più congeniali, ovvero, la sua innata sensibilità e la spiccata e dissacrante ironia che lo distingue da sempre.

Tuttavia, adesso che purtroppo la vita gli ha insegnato alcune semplici e solide verità, Pasquale Tuccino Centrone è comunque un uomo diverso, sicuramente più profondo, più attento a tutti quei sentimenti che non mutano mai, come l’amore e la sincera amicizia che toccano il cuore delle persone e muovono il mondo ogni giorno.

Per questa ragione, il Pasquale Tuccino di oggi, non è affatto un uomo sconfitto dalla sua malattia, anzi, sulle sue spalle poggia ancora il peso di quel tempio che lui stesso ha contribuito a costruire accanto al padre Vito e la madre Tonetta, non certo per la sua famiglia, ma per la Puglia intera e non solo.

Nella sua vita precedente, quando era ancora alla guida del ristorante “daTuccino” (cosa che in realtà fa ancora oggi in maniera più defilata…) dove serviva in tavola una ristorazione “semplice” e sostenibile, con una cucina fatta di passione ed orgoglio, di tutela e di recupero della propria identità, Pasquale ha reso classica un idea che prima di lui era essenzialmente popolare, tipica di quel piccolo mondo di pescatori, che a “Re” Tuccino, ha sempre riservato il miglior pescato di Puglia.

Durante quegli anni, proponendoci i suoi fantastici crudi di mare, quelli con le sue amate Cozze Pelose e i Ricci di scoglio, le Noci e le Tagliatelle di Allievi, i Polpi e i migliori Gamberi Viola di Gallipoli, gli Scampi e lo Scorfano, non solo ha fatto conoscere la vera Puglia in tutto il mondo, ma ci ha reso anche persone migliori, più libere, curiose, in poche parole, ci ha donato quel senso di verità, che ancora oggi ritroviamo intatto nei suoi illuminanti pensieri scritti, pubblicati quotidianamente da lui stesso sui social. 

A tale proposito, il prossimo 19 giugno, in occasione di Festa a Mare, sarà presentano il libro intitolato “Diversamente innamorato“, curato da me (Gianni Ferramosca), che racchiude una raccolta di pensieri di Pasquale Tuccino Centrone, pubblicati negli ultimi anni sul suo profilo facebook.

Selezionati e riportati in questo libro, i suoi pensieri svelano una inaspettata vena poetica, sospesa al di sopra della normale linea di galleggiamento del suo amato mare, che attraversa per intero l’attuale condizione fisica di Pasquale Tuccino Centrone, svelando, deformando o mettendo a fuoco, le diverse esperienze vissute in prima persona con la sua malattia, con l’amore e con tutto quello che lo circonda. Qui, ogni sua singola parola, assume il rumore che fa un colpo di remi sul mare dopo aver dato vita ad una serie d’innumerevoli cerchi emotivi, capaci di giungere il cuore del lettore, senza nessun filtro.

Ve ne do subito una prova: 


VORREI PASSEGGIARE SULLA SABBIA CON I PIEDI IN MARE

E SENTIRE IL SUO PROFUMO.

VORREI RACCONTARTI TUTTO.

VORREI ADDOSSO UNA CAMICIA BIANCA DI COTONE.

VORREI STRINGERE LA SUA MANO MENTRE LA PIOGGIA VIENE GIU’

COME FANNO LE LACRIME AGLI OCCHI.

VORREI SENTIRE UNA MANO SULLA SPALLA MENTRE ASCIUGO LE

MIE LACRIME PERCHE’ NON SI MISCHINO ALLA PIOGGIA.

VORREI PRENDERTI PER MANO ED ANDARE.

VORREI…

(Pasquale Tuccino Centrone)


Il libro è nato da un idea dello stesso Pasquale Tuccino Centrone, ed il suo ricavato servirà a sostenere le cure di chi vive la sua stessa malattia.









Lascia un commento