PRESS FOR CHAMPAGNE: UN’EREDITA’ FIRMATA DELPHINE VEISSIERE

In principio fu Delphine Veissiere. In una città come Foggia, sostanzialmente inconsapevole della complessa realtà dello Champagne, Delphine qualche anno fa è stata uno spartiacque tra un passato fatto di guerre di religione tra appassionati, divisi nell’incensare i grandi classici e le loro “cuvèe prestige” (Krug, Roederer, Moet&Chandon, Bollinger, Veuve Clicquot Ponsardin etc. etc. in sempiterna disputa tra loro), ed un presente che scopriva un mondo variegato dove sono numerosissime le tracce gustative da seguire e molteplici i piani emozionali da sperimentare.


Delfine
Delphne Veissiere

Con la sua azienda, “La Flute” (che adesso non c’è più), Delphine Vessiere ci fece conoscere produttori quali Raymond Boulard, Janisson Baradon, Corbon, Bedel, Fleury, Billiot e definizioni quali “cuvee perpetuelle” e “comme autrefois”. Fu una rivoluzione. Poi c’è stato un vuoto, con la conseguente diaspora di tanti appassionati in erba.

Ma non tutti si sono persi. Antonio Lioce, conseguito il titolo di Sommelier, ha perseguito una ricerca sempre più profonda sui sentieri dello Champagne. Con l’avvento di aziende come “Les Caves de Pyrene”, di dirompente novità, la frequentazione di esperti quali Nicola Roni, tra i più fulgidi ambasciatori dello Champagne, i contatti con personalità del calibro di Livia Riva, “La Dame du vin”, e soprattutto con la beva di migliaia di bottiglie di champagne spettacolari, Antonio Lioce ha costruito negli anni il suo percorso da “Degustatore indipendente” sulla strada di una crescente consapevolezza enoica finalizzata alle bollicine d’oltralpe che lo rende una guida sicura per approcciare con profitto quel che si ama definire il ”vino della luce”.

Dal suo incontro con lo chef Nicola Russo del ristorante “Al Primo Piano”, è scaturita l’idea di un luogo dove ospitare una quotidiana “fruizione” dello champagne, disancorandolo dalla classica destinazione festaiola. Da qui l’iniziativa, unica nel suo genere a Foggia: “Press for champagne”.


La locandina di "Press for champagne"
La locandina di “Press for champagne”

Ristorante "Al Primo Piano"
Un particolare del Ristorante “Al Primo Piano”

Una serata che inaugura uno stile, un “modus vivendi” fatto di eccellente cucina e ottimo champagne in continua interazione. L’esordio non poteva non contemplare una selezione dell’azienda “Les Caves de Pyrene” , che tanto ha fatto per la promozione dello Champagne.

I produttori sono emblematici di uno stile votato al rispetto della Natura: JEAN-PAUL DEVILLE da Verzy, Montagne de Reims, con il suo “Carte noire brut”, uvaggio a netta prevalenza di Pinot Nero; PIERRE GERBAIS da Celles-Sur-Arce, Aube, con la “Cuvée De Reserve”, assemblaggio di Pinot Nero, Chardonnay e Pinot Bianco; GOSSET-BRABANT da Ay, Vallée de la Marne, con il “Brut Tradition” e lo Champagne Reserve Grand Cru “Nature”, anch’essi assemblaggi a prevalenza Pinot Nero.


Lo chef Nicola Russo
Lo chef Nicola Russo

All’ombra di cotanta beva, l’estro creativo di uno chef dirompente, Nicola Russo, capace di provocare brividi di piacere con le sue sempre originali, diverse, aeree e sostanziali, preparazioni gastronomiche. Sarà un privilegio il prossimo 29 Aprile, per la prima serata di “Press for champagne”, essere della partita!! 

(Testo di Rosario Tiso)

Lascia un commento