FESTA A MARE, LA FESTA DI PASQUALE TUCCINO CENTRONE


“Gianni sono troppo emozionato, mi devo calmare…”




E’ questo il messaggio con cui Pasquale Tuccino Centrone mi ha raggiunto la sera prima di “Festa a Mare“.
Sicuramente, in quel momento non immaginava affatto che il giorno successivo si sarebbe rivelato per lui, ancora più emozionante di quanto in realtà lui stesso, in quel momento, poteva immaginare. 

Per fortuna, il giorno dopo le sue emozioni e il suo cuore hanno retto benissimo all’impatto, mentre a far scoppiare il nostro, di cuore, sono bastati quei 15 minuti di applausi arrivati a notte fonda, quando lo stesso Pasquale, sfidando come al solito la sua malattia, ha espresso il desiderio di ringraziare dal palco allestito sul mare, tutti i suoi amici giunti sino a Polignano a Mare per tributargli un giusto e meritato messaggio di stima e di affetto. 



Anche questa volta, lo “Stile Tuccino“, così come lo chiama lui, si è rivelato all’altezza della situazione, ha retto il colpo.
Si tratta di quel suo personalissimo modo di vivere la vita, che non ha mai conosciuto vie di mezzo e che ancora oggi, non contempla nient’altro che non sia un piede schiacciato sino in fondo all’acceleratore. Un atteggiamento, il suo, che in realtà non lo ha mai abbandonato, persino quando è stato costretto a passare repentinamente dalle sue passioni, quella per il suo lavoro, per il nuoto e per il ballo (vi risparmio quella per il canto…), sino all’immobilità attuale causatagli dalla sua malattia, la SLA, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, che purtroppo lo affligge da molti anni.



Durante la prima parte di Festa a Mare, quella presentata agli ospiti con il nome di “Il Pranzo Buono per Pasquale”, c’erano davvero tutti.
C’erano gli amici che lo conoscono da sempre e quelli nuovi, quelli che di lui ne hanno sempre e solo sentito parlare dagli altri, senza mai averlo conosciuto prima.
Un particolare, questo, a cui Pasquale non ha dato affatto importanza, visto che si è rivolto a tutti con la stessa cura ed attenzione durante il suo messaggio di benvenuto.









Poi c’erano loro, gli chef, quelli stellati e quelli non stellati, giunti da ogni parte d’Italia per rendergli omaggio, come Pietro Zito, Felice Sgarra, Lino Scarallo, Paolo Barrale, Peppe Aversa, Agostino Malapena, Gianluca D’Agostino, Angelo Sabatelli, Maria Cicorella, Andrea Ribaldone, Domenico Scingaro, Vitantonio Lombardo, Salvatore La Ragione, Paolo Cappuccio, Mario Musci, Alessio Di Micco, Mauro Pansini, Antonio Scalera, Antonella Ricci, Vinod Sookar, Peppe Stanzione, Andrea Cannalire, Girolamo De Bari, Vito Aversa, Enzo Florio, Tiziano Tommasini, Lorenzo Carone, Lucio Mele, Teresa Galeone, Michelina Fischetti, Vito Netti, Pasquale Palamaro, Giovanni Mariconda, Riccardo Faggiano.


C’era anche chi fisicamente non è stato presente all’evento, come lo chef Massimiliano Alaimo che, impossibilitato dai suoi tanti impegni ad essere della festa, ha fatto giungere presso il ristorante “daTuccino“, dove si è svolto l’evento, la sua graditissima Focaccia Mediterranea, per offrirla ai 140 ospiti presenti al pranzo.

Con tutti questi nomi presenti in cucina, trovo persino inutile dirvi che i piatti erano tutti da urlo!!!



Come ormai da tradizione, dopo aver collaborato tra di loro e realizzato il proprio piatto, gli chef sono passati uno dopo l’altro a salutare Pasquale che li attendeva in sala per ringraziarli di persona. Qui, il computer che aiuta “Re Tuccino” a comunicare con il mondo, si è prodotto in coro continuo di: “Grazie”, “Ciao”. “Grazie”, “Ciao”. “Grazie”, “Vi voglio bene!!!”. “Vi voglio bene!!!”, “Grazie”…






Come se non bastasse, ad aggiungere altra poesia a quella che già si respirava in sala, è arrivata anche la voce calda e mediterranea di Raiz, il cantante napoletano leader degli Almamegretta che, con voce e movenze simili a quelle dei pescatori del vicino villaggio di San Vito, ha dato vita ad una serie di preghiere laiche, capaci d’illuminare di nuova luce persino quel mare disteso davanti ai nostri occhi.



Quello stesso mare, di cui parla Pasquale nel suo libro appena stampato e presentato per la prima volta proprio a Festa a Mare.

Un anno fa, subito dopo la scorsa edizione di Festa a Mare, Pasquale mi chiese di realizzare per lui un libro che contenesse alcuni dei suoi scritti pubblicati sul suo personale ed affollatissimo profilo facebook.
Quel suo desiderio oggi è finalmente realtà. Il libro si intitola “Diversamente Innamorato” è raccoglie 75 scritti che permetteranno a chi lo vorrà, di entrare in contatto con quel luogo dello spirito, cosi caro a Pasquale Tuccino Centrone, dove l’involucro esteriore dell’uomo diventa del tutto inutile. 



Al tramonto, cosi come stabilito dal programma della giornata, negli spazi sul mare antistanti il ristorante, in un paesaggio marino unico in Puglia e nel mondo per la sua bellezza, ha preso vita l’altra festa, la vera “Festa a Mare”.




Qui, sotto un cielo stellato e coccolati dal rumore del mare, dopo un vero e proprio assalto di massa condotto verso l’area food & wine, lo speciale spazio dedicato alle migliori eccellenze di Puglia, che ha visto la presenza di numerosi artigiani del gusto di questa regione, ha fatto seguito lo spettacolo andato in scena sul grande palco affacciato sul mare, dove si sono esibiti, oltre al già citato Raiz, i Blindur, Savio Vurchio, Edith Valerio e Michele Marmo, accanto all’esilarante comicità di Dino Paradiso (il lucano di “Colorado”), Checco Lione (il Supereroe Pugliese di “Avanti un Altro”), Nduccio (un monumento della comicità abruzzese) e la coinvolgente Rimbamband




Di come in realtà si sia conclusa questa meravigliosa giornata vi ho già raccontato tutto all’inzio. Quello di cui non vi ho ancora parlato, riguarda il messaggio che ho ricevuto da Pasquale la mattina successiva alla sua festa. Eccolo:
“Avevo chiesto a DIO di farmi vivere una giornata Unica come se fosse l’ultima… non credo che lo sara’ se ho voi vicino che me la fate vivere cosi’!!!” 








Presentata interamente da Mauro Pulpito, l’iniziativa è stata resa possibile grazie all’energia e all’entusiasmo dei familiari e degli amici di Pasquale “Tuccino”, con in prima linea il caro amico di sempre, Vittorio Cavaliere, che ha coordinato un team motivato ed affiatato. Inoltre, Festa a Mare vanta il Patrocinio del Comune di Polignano a Mare e il prezioso supporto di numerosi e sensibili partner che hanno colto l’importanza e lo spirito straordinario di questa festa.

Il ricavato dell’intero evento sarà destinato alle associazioni AISLA Onlus e ConSLAncio, impegnate da anni nel supporto dei malati di SLA.


All’area food & wine hanno partecipato:

Frisce e Mange – Gioia del Colle (Ba)

Artigiana Caseificio  – Putignano (Ba)

Antica Macelleria Ludovico Domenico – Gioia del Colle (BA)

I Luoghi Di Pitti – Altamura (Ba)

Il Pane Di Nunzio – Altamura (Ba)

Selezione Casillo – Corato (Ba)

Agricola del Sole – Corato (Ba)

Istituto Eccelsa – Alberobello (Ba)

Frantoio Oleario Mimì – Modugno (BA)

Chef Riccardo Faggiano – Vietri sul Mare (Sa)

La Puglia Segreta – Peschici (Fg)

Pescaria – Polignano a Mare (Ba)

Mini Caseificio Costanzo – Aversa (Na)

Pasticceria Casoli – Troja (Fg)

Azienda Vinicola Rivera – Andria (BT)

Società Agricola Felline – Manduria (Ta)

Azienda Le Vigne di Sammarco – Cellino San Marco (Br)

Leone De Castris – Salice Salentino (Le)

Santa Margherita Vini – Venezia

Azienda Agricola Fabiana – San Giorgio Ionico (Ta)

Cantine Imperatore – Adelfia (Ba)

Masseria Cistonaro – Francavilla Fontana (Br)

Cantine Due Palme – Cellino San Marco (Br)

Ethica Italia Cantina La-Vis – Lavis (TN)

Mastroberardino – Atripalda (Av)

Masseria Faraona – Corato (Ba)

Antica Enotria Azienda Agrobiologica – Cerignola (Fg)

Consorzio Produttori Vini di Manduria – Manduria (Ta)

Azienda Agricola Ciccio Zaccagnini – Bolognano (Pe)

Cantine Polvanera – Gioia del Colle (Ba)

Birrificio Ebers – Foggia

Maringelli Beverage – Polignano a Mare (Ba)







Lascia un commento