A ROMA, IL 20 E 21 MAGGIO ARRIVA “CILENTO CAPITALE”


Si svolgerà a Roma, dal 20 e 21 maggio prossimi, presso l’ex Mattatoio Testaccio (Città dell’Altra Economia) la seconda edizione di “Cilento Capitale“, la manifestazione ideata e curata da Antonio D’Agosto, da sempre appassionato e attento promotore del made in Cilento. L’obiettivo della rassegna cilentana sarà focalizzato tutto sulla promozione del territorio e sulle sue straordinarie eccellenze, da quelle culturali a quelle enogastronomiche. 


Antonio D’Agosto

La manifestazione si aprirà sabato 20 maggio, alle ore 11.30, con una degustazione di oli del Cilento curata da Pietro Palanti, responsabile della guida “Extra voglio“. Alle ore 15.00, seguirà il convegno ”Avviciniamo le Città al Cilento“, l’incontro sarà curato dalla presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi, ​il vice presidente del Parco Nazionale del Cilento Cono D’elia e il vicesindaco del Comune di San Giovanni a Piro (Sa) Pasquale Sorrentino. Mentre alle ore 17.00, verrà presentato il libro la “La Genovese per la cipolla di Vatolla, racconti, ricette e poesie“, edito da Edizioni dell’Ippogrifo, alla presenza di Antonio D’Agosto presidente dell’Associazione “Cilento Capitale” e quella di uno degli autori, l’avv. Francesco Russo, scrittore ed esperto gastronomico.


Cilento: un uliveto ultra-secolare della varietà autoctona “Pisciottana”

Cilento: l’olio extravergine di Nicolangelo Marsicani

Il libro “La Genovese per la Cipolla di Vatolla” edito da Edizioni dll’Ippogrifo

La giornata di Domenica 21 maggio, sarà ancora dedicata alla degustazione degli oli e degli alti prodotti presenti nei tanti stands, dove sarà possibile toccare con mano i prodotti di una terra tanto straordinaria quanto ancora sconosciuta ai più, nonostante questa sia da molti anni Patrimonio mondiale dell’UNESCO e Capitale Italiana della Dieta Mediterranea.

A raccontare le eccellenze di questo incantevole lembo di mediterraneità, affacciato direttamente sul mare che fu di Omero, ci saranno le aziende più famose del territorio cilentano, tra le quali: l’Azienda Agricola Pimalaterra di Salvatore Magnoni; il birrificio Fiej; l’Azienda Agricola “Le Starze” con la sua mozzarella nella mortella; il Frantoio Marsicani; l’Azienda Agricola Casebianche; l’Apicoltura Cavalieri; l’Azienda Agricola Albamarina; l’Azienda Agricola di Michele Ferrante e molte altre


Cilento, Palinuro

Azienda Agricola Albamarina, il Fiano Valmezzana

“La Matta”, lo Spumante di Fiano cilentano rifermentato in bottiglia dell’Azienda Casebianche

La Birra del Birrificio Fiej

Una parte della costa cilentana

Una fase della lavorazione del miele presso l’Apicoltura Cavalieri

I fagioli di Controne di Michele Ferrante

Un particolare della costa cilentana

Una signora cilentana intenta a preparare una “collana” di Peperoncini

Inoltre, per tutti coloro che vorranno iscriversi al concorso ”Vinci un viaggio in Cilento“, ci sarà la possibilità di aggiudicarsi un soggiorno messo in palio dall’Associazione Pollica Città Slow (maggiori informazioni su: www.cilentocapitale.it).


Dopo le ventimila presenze registrate lo scorso anno durante la prima edizione, anche quest’anno “Cilento Capitale” si annuncia come una delle manifestazioni gastronomiche più interessanti di questo caldo maggio romano. Voi che fate, restate a casa???



Antonio D’Agosto

Chi è Antonio D’Agosto di “Cibbì”?

“Cibbì”, lo spazio enogastronomico di Antonio D’Agosto a Vallo della Lucania (Sa), somiglia molto a quei piccoli negozi dove un tempo si smerciavano bottoni o spezie, o addirittura, solo dischi di musica polka e mazurca. Uno di quei luoghi dove, insomma, ci si andava apposta per incontrare un vero appassionato di quel determinato prodotto.
Lui è cosi, è ancora uno di loro, un appassionato ricercatore di prodotti cilentani, a cui lui stesso, aggiunge un tocco di estrema raffinatezza e poesia solo per averli selezionati. Uno di quei veri talenti, talvolta spensierati, più spesso concreti e inossidabili sostenitori della propria terra, che sarebbe davvero una fortuna, averne altri cosi.


Tra i partener dell’iniziativa “Cilento Capitale” figurano “Cibbì“, Gatronomia di Vallo della Lucania (Sa), la condotta Slow Food Cilento Gelbison, 105TV, Pollica Città Slow, Associazione per la Dieta Mediterranea e il ristorante Coersetti 1921 di Roma, con il quale inizierà una collaborazione per la promozione culinaria del Cilento.
La manifestazione si regge sul supporto, a vario titolo, del I Municipio Roma Centro Storico, del Parco Nazionale del Cilento VDA, la Fondazione Grande Lucania, la Pro Loco di camerota e i comuni di Morigerati, Moio della Civitella, Ascea e San Giovanni a Piro.






Lascia un commento