A FOGGIA, IL RISTORANTE “MENA” RIPARTE CON LO CHEF MARCO BRUNO


di Gianni Ferramosca


Dopo la breve chiusura imposta dalla sfiancante calura estiva, riapre finalmente a Foggia, con un’importante novità, il Mena restaurant di Via Arpi 45. 


L’insegna del ristorante di Via Arpi 45 a Foggia

Senza tenervi inutilmente sulle spine, la novità riguarda essenzialmente il cambio di guardia che avverrà in cucina. Difatti, dopo lo chef Nazario Biscotti, che lo scorso anno ha guidato il ristorante foggiano, arriva adesso ai fornelli il giovanissimo chef Marco Bruno, talento nostrano di ritorno, che per mantenere testa a questa importante occasione, ha persino deciso di buttare alle ortiche la sua vecchia valigia che in questi ultimi anni lo ha accompagnato al lavoro presso molti prestigiosi ristoranti d’Italia. 


Lo chef Marco Bruno

Lo chef Marco Bruno ritorna nella sua città d’origine subito dopo l’esperienza vissuta presso il ristorante “Quadri” di piazza San Marco a Venezia, di proprietà dei fratelli Max e Raf Alajmo.

A riportarlo a casa, sono state le tante lusinghe ricevute dal nuovo assetto societario che da alcune settimane guida il ristorante Mena, il quale, per il suo nuovo e ambizioso progetto di ristorazione, ha sin da subito puntato il dito su di un profilo giovane, preparato e… foggiano.

In poche parole, stavano cercando proprio Marco!!! 


Va precisato, che la nuova società a cui fa riferimento il ristorante di Via Arpi è tale solo in parte, visto che uno dei due componenti, Ettore Pacilli , famoso in città per la sua Enoteca “Uvarara“, situata alle spalle del ristorante Mena, fa parte di questo progetto sin dalla prima ora. A partire da questa stagione, invece, accanto a lui si affianca anche Alessandro Pazienza, importante e brillante figura di riferimento di tutto il mondo del vino nazionale ed internazionale. 


Così, per mantener testa a questa straordinaria “trazione vinicola” messa in campo dalla proprietà, durante questi giorni che lo separano dall’imminente apertura, lo chef Marco Bruno si è subito messo al lavoro per realizzare un menu capace di contemplare al suo interno, tanto divertimento e tanta felicità, entrambe sostenute dalle migliori materie prime presenti sul mercato senza, per questo, tralasciare mai tutti quegli elementi che da sempre, nella sua cucina, dilatano e ridisegnano poeticamente i riferimenti portati alla tradizione gastronomica della sua città d’origine.

Insomma, nonostante l’abbia buttata alle ortiche, la sua continua ad essere una cucina con la valigia.

Per questo, Marco, buon viaggio e in bocca al lupo per la tua nuova avventura!!!


Lo chef Marco Bruno



La riapertura del ristorante è prevista per i primi giorni di ottobre.







 

 

Lascia un commento